Crea sito

SkypeIn a rischio! Corsa contro il tempo!

Posted on 05 agosto 2011 by Fabio Zannettino

Skype, leader mondiale nell comunicazione VoIP, rischia di subire un duro colpo.

Secondo il Ministero dello Sviluppo Economico la società di telecomunicazioni non rispetta la normativa Agcom approvata nel 2006, secondo cui un cittadino/azienda può attivare un numero di telefono sono nella zona di residenza.

Se entro il 28 Agosto Skype non si metterà in regola verranno disattivate tutte le numerazioni SkypeIn.

Logo Skype

Questo è esattamente l’opposto di quanto avviene con il servizio SkypeIn di Skype. Ad oggi infatti i comuni cittadini e le aziende possono attivare una numerazione telefonica che però viene assegnata senza fare alcun controllo sui prefissi e le zone di residenza.

A questo si aggiunge il fatto che il numero SkypeIn continua ad essere valido anche se l’utente si trova fuori dai confini nazionali.

Skype attualmente riceve le numerazioni da assegnare agli utenti dalla società Eutelia, la quale nei giorni scorsi a causa della situazione di amministrazione controllata per via di problemi di insolvenza, era stata indicata come la causa del problema.

Nella giornata di mercoledi però la stessa Eutelia ha diramto un comunicato stampa (che potete vedere per intero qui: Link) con il quale respinge tutte le accuse e chiarisce la situazione secondo il suo punto di vista.

Si legge nel comunicato:

Eutelia S.p.A. in a.s. (ai sensi D.lgs 270/99) smentisce fermamente le notizie apparse in questi giorni a mezzo web originate dalla comunicazione inviata da Skype ai propri clienti sulla possibile sospensione, a partire dal 28 agosto 2011, dei servizi erogati a quest’ultimi attraverso l’utilizzo di numerazioni geografiche di Eutelia.

e ancora:

b) la sospensione dei servizi erogati da Skype ai propri utenti finali è esclusivamente riconducibile ad un recente provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico (prot. 59624 del 14 luglio 2011) che ha imposto ad Eutelia la disattivazione delle numerazioni geografiche di cui essa è titolare ed attraverso le quali Skype ha fino ad oggi potuto erogare i servizi agli utenti, non essendosi Skype conformata alla normativa italiana ed alle indicazioni al riguardo da tempo prescritte dal competente Ministero;

c) il provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico giunge all’esito di una serie di segnalazioni precedentemente inviate a Skype, sia dal Ministero che da Eutelia, con le quali infine il Ministero aveva intimato a Skype di conformarsi alla normativa italiana di settore avendo riscontrato delle anomalie relative al servizio in questione; nello spirito di collaborazione di Eutelia e nella volontà di coadiuvare il cliente Skype, Eutelia aveva immediatamente manifestato la propria disponibilità, tuttora attuale, a far sottoscrivere alla stessa un nuovo contratto che recepisse le indicazioni del Ministero: la proposta è ad oggi rimasta tuttavia disattesa da Skype.

d) ove permanesse questa situazione di stallo, come detto in alcun modo imputabile a Eutelia, ed in caso di sospensione dei servizi Skype, Eutelia farà quanto possibile per ridurre al minimo gli eventuali disservizi per l’utenza.

Quindi secondo Eutelia, Skype ha avuto 5 anni di tempo per adeguarsi alla normativa italiana e adesso che ha ricevuto un ultimatum dal Ministero dello Sviluppo Economico sta cercando di correre ai ripari.

Ogni giorno migliaia di cittadini e aziende si affidano ai servizi di Skype e sicuramente in caso di disattivazione delle numerazioni SkypeIn chiederanno un risarcimento degli eventuali danni economici.

La situazione è sicuramente complicata e Skype è alla ricerca un nuovo partner per l’approvvigionamento delle numerazioni SkypeIn ed è in trattativa con il Ministero per trovare una soluzione.

Share

Comments are closed.

Photos from our Flickr stream

See all photos