Crea sito

Tag Archive | "Microsoft"

Google acquisisce Motorola per 12,5 miliardi di dollari

Tags: , , , , , , , , , ,

Google acquisisce Motorola per 12,5 miliardi di dollari

Posted on 16 agosto 2011 by Fabio Zannettino

Questo periodo di vacanze estive sembrava che dovesse ormai arrivare fino agli inizi di Settembre in modo abbastanza tranquillo.

Invece ci ha pensato Google a scombussolare il mercato della telefonia mobile con un annuncio dalla forza paragonabile a quella di uno tsunami per quanto riguarda gli effetti immediati e futuri sugli assetti del mercato.

Logo Motorola Google

L’annuncio di Google riguarda l’acquisizione della divisione mobile di Motorola per 12,5 miliardi di dollari, pari a 40 dollari per azione.

Come è facile immaginare questa operazione porterà Gooogle ad essere un vero e proprio produttore di dispositivi mobili basati su Android, nonchè diretto concorrente degli attuali partner che adottano Android.

Dietro questa acquisizione c’è con buona probabilità la volontà di Google di accaparrarsi gli oltre 17.000 brevetti depositati da Motorola e di cucire Android su una piattaforma hardware ad hoc al fine di ottimizzarne il funzionamento. Un po’ come fa Apple con l’iPhone.

Se fino ad ora la maggior parte dei brand della telefonia avevano avuto un trattamento paritario per quanto riguarda il supporto ad Android, d’ora in avanti non è da escludere che Google spingerà maggiormente per posizionare sul mercato il maggior numero di dispositivi di produzione propria.

Il mercato a questo punto vede quattro principali competitor che sono in grado di produrre sia l’hardware che il software per i propri smartphone e tablet.

Si tratta di Microsoft che ha stretto un patto di ferro con Nokia a suon di bigliettoni per monopolizzare il settore smartphone del colosso finlandese con i dispositivi Windows Phone, di Apple con l’iPhone, di Google con i dispositivi Android prodotti dalla ormai ex divisione mobile di Motorola e di RIM con i suoi BlackBerry.

In mezzo a questi giganti ce ne sono altri tra cui alcuni altrettanto grandi, quali Samsung e HTC, che sono nella situazione di poter produrre liberamente dispositivi basati sugli OS sviluppati da Microsoft e Google, ma l’interesse diretto di Google di vendere i terminali prodotti in casa propria potrebbe spingere questi altri competitor a puntare maggiormente su Windows Phone, che forse rappresenta ad oggi il sistema con le maggiori aspettative di crescita in termini di quote di mercato.

Share

Commenti disabilitati su Google acquisisce Motorola per 12,5 miliardi di dollari

Supporto nativo ai file RAW per Windows 7 e Windows Vista SP2

Tags: , , , , , , , ,

Supporto nativo ai file RAW per Windows 7 e Windows Vista SP2

Posted on 27 luglio 2011 by Fabio Zannettino

Nella giornata odierna Microsoft ha reso disponibile il Microsoft Camera Codec Pack che abilita il supporto nativo ai file RAW per Windows 7 e Windows Vista SP2 (entrambi a 32 e 64 bit).

logo microsoft

Il file RAW rappresenta per le fotocamere digitali quello che era la pellicola per le macchine fotografiche analogiche. E’ un formato di salvataggio delle informazioni luminose catturate dal sensore della fotocamera e convertite in segnali elettrici. Il formato RAW è il più delle volte un formato non compresso e nei casi in cui lo fosse si tratta di compressioni loseless, ossia senza perdita di informazioni, a differenze di quanto avviene ad esempio con il formato JPG.

Grazie a questo aggiornamento per visualizzare sul computer le immagini scattate in tale formato non sarà più necessario affidarsi a programmi di terze parti, ma saranno sufficienti il visualizzatore di immagini integrato in Windows, Windows Live Photo Gallery o qualunque altro programma basato su Windows Imaging Codecs (WIC).

Una volta aperta l’immagine  con Windows Live Photo Gallery ad esempio, verrà offerta la possibilità di salvare l’immagine in un altro formato per poterla poi manipolare. Il file RAW infatti è blindato in quanto serve a proteggere gli originali proprio come avveniva in passato con i negativi e non può dunque essere alterato.

Altri software invece consentono di lavorare direttamente sul file file RAW, ma al momento del salvataggio delle modifiche allegano al file originale un file contentente la lista di tutte le modifiche effettuate, che viene letto nel momento in cui si riapre la foto. Anche con questi software è possibile convertire il file RAW in un formato diverso quali il TIFF o il JPG.

In commercio di questi software ce ne sono molti. Si va da Adobe Lightroom, ad Adobe Camera RAW integrato in Photoshop oppure al software free RAW Therapeee. Ma ce ne sono anche molti altri.

Canon ad esempio fornisce il software Canon Digital Photo Professional che serve proprio a lavorare sui file RAW prodotti dalle sue fotocamere.

Il link per il download è il seguente: Microsoft Camera Codec Pack

E’ possibile scegliere la lingua e la versione del sitema operativo (32 o 64 bit).

Questo è l’elenco delle fotocamere attualmente supportate:

  • Canon: EOS 1000D (EOS Kiss F in Japan and the EOS Rebel XS in
    North America
    ), EOS 10D, EOS 1D Mk2, EOS 1D Mk3, EOS 1D Mk4, EOS 1D Mk2 N,
    EOS 1Ds Mk2, EOS 1Ds Mk3, EOS 20D, EOS 300D (the Kiss Digital in Japan and
    the Digital Rebel in North America
    ) , EOS 30D, EOS 350D (the Canon EOS
    Kiss Digital N in Japan and EOS Digital Rebel XT in North America
    ), EOS 400D
    (the Kiss Digital X in Japan and the Digital Rebel XTi in North America),
    EOS 40D, EOS 450D (EOS Kiss X2 in Japan and the EOS Rebel XSi in North
    America
    ), EOS 500D (EOS Kiss X3 in Japan and the EOS Rebel T1i in North
    America
    ), EOS 550D (EOS Kiss X4 in Japan, and as the EOS Rebel T2i in
    North America
    ), EOS 50D, EOS 5D, EOS 5D Mk2, EOS 7D, EOS D30, EOS D60, G2,
    G3, G5, G6, G9, G10, G11, Pro1, S90
  • Nikon: D100, D1H, D200, D2H, D2Hs, D2X, D2Xs, D3, D3s, D300, D3000,
    D300s, D3X, D40, D40x, D50, D5000, D60, D70, D700, D70s, D80, D90, P6000
  • Sony: A100, A200, A230, A300, A330, A350, A380, A700, A850, A900,
    DSC-R1
  • Olympus: C7070, C8080, E1, E10, E20, E3, E30, E300, E330, E400, E410,
    E420, E450, E500, E510, E520, E620, EP1
  • Pentax (PEF formats only): K100D, K100D Super, K10D, K110D,
    K200D, K20D, K7, K-x, *ist D, *ist DL, *ist DS
  • Leica: Digilux 3, D-LUX4, M8, M9
  • Minolta: DiMage A1, DiMage A2, Maxxum 7D (Dynax 7D in Europe, α-7
    Digital in Japan
    )
  • Epson: RD1
  • Panasonic: G1, GH1, GF1, LX3

Mancano all’elenco le ultime fotocamere dei vari produttori, che saranno aggiunte in un prossimo aggiornamento del Codec Pack.

Share

Commenti disabilitati su Supporto nativo ai file RAW per Windows 7 e Windows Vista SP2

Per chi ha problemi ad installare il Service Pack 1 di Windows 7

Tags: , ,

Per chi ha problemi ad installare il Service Pack 1 di Windows 7

Posted on 18 marzo 2011 by Fabio Zannettino

Generalmente l’installazione del Service Pack 1 per Windows 7 va a buon fine senza problemi, ma alcune volte ci sono utenti che per i motivi più disparati non riescono ad installarlo.

Microsoft mette a disposizione per questi utenti uno strumento chiamato System Update Readiness Tool for Windows 7.

Questo strumento si occupa di risolvere tutti i problemi presenti nel sistema che potrebbero impedire l’installazione del Service Pack 1 e dei futuri aggiornamenti. Lo strumento è disponibile sia per i sistemi a 32bit che per quelli a 64bit.

Si tratta di un file eseguibile che richiede una normale installazione.

Una volta installato si può procedere all’installazione del Service Pack 1 tramite Windows Update o tramite download diretto dal sito Microsoft.

Qui di seguito i link per il download dei due file direttamente dal sito Microsoft:

Versione per Windows 7 a 32bit: Link

Versione per Windows 7 a 64bit: Link

Share

Commenti disabilitati su Per chi ha problemi ad installare il Service Pack 1 di Windows 7

Microsoft Mobile Surface

Tags: , ,

Microsoft Mobile Surface

Posted on 03 marzo 2010 by Fabio Zannettino

Sono ormai alcuni anni che Microsoft lavora sul suo progetto di scrivania interattiva che prende il nome di Microsoft Mobile Surface. Forse non tutti ne sono a conoscenza e per descrivere il progetto un video vale sicuramente più di mille parole:

Adesso che avete un’idea di ciò di cui stiamo parlando passiamo alla notizia di questi giorni.

Come avete visto nel video precedente il Microsoft Surface è una piattaforma piuttosto ingombrante. Microsoft è riuscita a ricreare un esperienza d’uso molto simile usando semplicemente una videocamera e un mini proiettore. Pensate che già oggi ci sono cellulari che integrano entrambi gli elementi.

Anche in questo caso un video è sicuramente d’aiuto per illustrare il nuovo prodotto:

Tutte le grandi multinazionali del mondo IT stanno investendo enormi risorse nello studio di interfacce sempre più naturali. Questo nel giro di pochi anni ci porterà a toccare con mano alcune visioni futuristiche (ormai futuribili) presenti nei film di solo qualche anno fa.

Minority Report

Share

Commenti disabilitati su Microsoft Mobile Surface

Nuovi dettagli su Windows 8

Tags: ,

Nuovi dettagli su Windows 8

Posted on 11 febbraio 2010 by Fabio Zannettino

Un dipendente microsoft ha postato sul suo blog alcune considerazioni sulla prossima versione di Windows prevista per il 2012 o tardo 2011.

Logo Windows 8

 Il post, dal titolo “Whats in store for the next Windows?”, sebbene sia stato cancellato dal dipendente è rimasto nella cache di ricerca di google e quindi siamo in grado di condividere queste informazioni. Riportiamo di seguito il messaggio integrale:

 

One of the great (or maybe not so great) things of being at Microsoft is that every other person wants to ask you why Windows works the way it does. Since I’m part of the Windows update team I get asked even more why does my machnie reboot everytime there is an update and why are there so many updates. So naturally once Windows 7 shipped, my friends, neighbours, relatives, and whoever else you can imagine started asking me So whats next?  

Folks started asking me whats in Windows 8 – and the first thing I have to say is that I resonate Steven Sinofsky’s interview on who said we’re calling it Windows 8? I agree with Steven that till things are baked there is no point floating ideas since it leaves people frustrated when things don’t turn out the way they expected. The Windows team promised to deliver a smarter, faster and more user friendly OS with Windows 7 and they delivered just that – the latest quaterly results of Microsoft are a clear indication that Windows 7 has been a success and customers got what Microsoft had promised them! The plan is to use a similar approach for the next version of Windows and till things are finalized you’re not going to get a “marketing” name from us:)  

So how am I referring to the next version of Windows without saying that many words – well simple – Windows.next:) This is definitely not the official version but a version that is becoming common along my circle. So what are our plans for this next version…  

The minimum that folks can take for granted is that the next version will be something completly different from what folks usually expect of Windows – I am simply impressed with the process that Steven has setup to listen to our customers needs and wants and get a team together than can make it happen. To actually bring together dozens and dozens of teams across Microsoft to come up with a vision for Windows.next is a process that is surreal! The themes that have been floated truly reflect what people have been looking for years and it will change the way people think about PCs and the way they use them. It is the future of PCs…  

Thats about it for this post for the time being – I know I’m not sharing much at this point but right now I can’t as we work towards finalizing that vision. Feel free to post your comments on what you think Windows.net should be like!

Share

Commenti disabilitati su Nuovi dettagli su Windows 8

Gli avvisi di Windows 7 sulle batterie sono corretti

Tags: , , ,

Gli avvisi di Windows 7 sulle batterie sono corretti

Posted on 09 febbraio 2010 by Fabio Zannettino

Dopo alcuni giorni di indagini in seguito alle segnalazioni ricevute, Microsoft per mezzo di Steven Sinofsky, presidente della divisione Windows e Windows Live, pone fine alla questione degli avvisi di sostituire le batterie dei notebook da parte di Windows 7.

Alcuni utenti si erano infatti lamentati di alcuni avvisi del sistema operativo che li invitava a sostituire la batteria in quanto non più efficiente. Inizialmente Microsoft aveva pensato ad un problema nel modulo del sistema operativo incaricato alla gestione della sezione energetica. Tuttavia era scettica sul fatto che il problema potesse essere imputato al suo sistema operativo in quanto le informazioni utilizzate per visualizzare gli avvisi venivano prelevate direttamente dal BIOS. Il bug nel caso ci fosse stato sarebbe dunque stato circoscritto alla procedura di comunicazione con il BIOS.

Dopo aver appurato che la procedura di comunicazione funzionava correttamente, Microsoft ha contattato gli utenti che avevano ravvisato il problema e ha riscontrato che gli avvisi venivano mostrati in quei casi in cui la batteria aveva più un anno o un anno e mezzo. Tutto nella norma dunque.

Gli stessi avvisi non comparivano con precedenti versioni del sistema operativo, in quanto la procedura di verifica dell’efficienza delle batterie non era presente.

Share

Commenti disabilitati su Gli avvisi di Windows 7 sulle batterie sono corretti

Photos from our Flickr stream

See all photos